Dal cancro ha subito un ulteriore 1,7 milioni di anni fa

I paleontologi hanno scoperto nella "culla dell'umanità" in Sud Africa, malati di cancro soffrono di protolûdej le ossa dei piedi e ossa del piede che ancora una volta confuta il mitico proprietà utili paleodiety e dice che il cancro è accompagnato da evoluzione, ha dichiarato in articoli pubblicati sulla rivista della South African Journal of Science.

"La medicina moderna postula che il cancro e vari tumori sono prodotti di moderni stili di vita e inquinamento mercoledì. La nostra ricerca suggerisce che queste malattie hanno esistito milioni di anni fa, molto prima dell'avvento dei primi paesi industrializzati, "ha detto Edward Quds (Odes) presso l'Università di Witwatersrand (Sudafrica).

Quds e i suoi colleghi effettuato questa scoperta, scavando nella cosiddetta "culla dell'umanità"-uno speciale complesso di rocce sedimentarie nei pressi di Johannesburg, dove hanno trovato i resti di molti antichi protolûdej ed i loro parenti, tra cui Australopithecus sediba, che oggi è il principale candidato per l'antenato del genere Homo.

Sin dalla scoperta dei resti di questo tipo di antichi ominidi (grandi scimmie più progressiva familiare) Lee Berger nel 2009 anno, scienziati continuamente effettuare scavi nella grotta di Malapa complessa e Ukhahlamba/cercando di trovare nuove rimane di questi avstalopitekov e confermare o confutare la loro pretesa sul ruolo di "lost" collegamento nell'evoluzione umana.

Invece, la squadra di Berger qualcosa trovato diverse tracce delle più antiche della storia dell'umanità di cancro e tumori benigni, aprendo le ossa di due sconosciuti ominide, Australopithecus sediba, presumibilmente viveva nelle grotte del Ukhahlamba/1.7 e 1,98 milioni di anni fa.

Resti più antichi appartenevano a un giovane maschio di circa 12-13 anni, affetti da cosiddetti osteoid osteomi-benigni tumori dell'osso, che conduce alla crescita incontrollata di tessuto osseo. In questo caso, il tumore ha avuto origine all'interno di una delle alette di un primate giovane. L'emersione dei osteomas accompagnata da costante dolore acuto, che può spiegare perché è morto in età precoce.

I resti di Australopithecus successive, portava a sua volta, le tracce di osteosarcoma maligno tumori più pericoloso, che interessano i piedi e le dita di questo individuo. È probabile che queste escrescenze ossee ostacolavano la regola di camminare ed erano ancora più dolorosi di Osteoma del primo abitante della grotta. Età e sesso del titolare di questo tumore, purtroppo, non può essere determinati a causa della frammentazione delle sue spoglie.

Secondo gli scienziati, uno dei più antichi esempi di cancro tra gli uomini erano i resti dell'uomo di Neanderthal trovato nella grotta di Krapina croato, cui l'età era di circa 120 mila anni. La presenza di cancro nella più antica della nostra specie, secondo Berger e i suoi colleghi, ha detto che l'esistenza di tali tumori tra la gente moderna non può essere spiegato dall'inquinamento ambientale mercoledì, la transizione verso uno stile di vita moderno, cottura dei cibi e rifiuto di paleodiety.

Nella primavera dell'anno 2015 in Egitto era durante lo scavo è stato scoperto il più antico caso di cancro al seno-era ostankom loro donne 4200 anni.


Fonte: health.mail.ru




Nessuno commenti

Lascia un commento